‘A Preghiera ‘e ‘n’impiegato-Poesia dedicata a chi?

‘A  PREGHIERA  ‘E  ‘N IMPIEGATO

(Lucio e Carletto)

Silvio caro, mio grande ammore

portame sempe dint’  ‘o core,

tu che fai tutt’ in quatt’  e quatt’ otto

arruobbece ampress’, ampress’ l’articolo diciotto,

giacchè sì senza cuscienza

futtete pure ‘a contingenza,

visto che sì senza pietà

levace pure l’anzianietà,

e sì vuò fa’ po’  ‘e cose serie

lassace senza ferie.

Pe’ migliorà ‘a situazione

liev’  ‘a miezz’  ‘a liquidazione,

e sì l’inflazione ancora dilaga

arroubbete pure ‘a busta paga,

pe’ fa’ po’ dispiett’  ‘e sindacat’

aumient’  ‘a schiera de’ disoccupat’,

affinché sia tutt’ normale

facce pavà pure ‘o spitale,

e pecchè ‘e cose vadano a buon fine

facce caccià tutt’  ‘e sorde pe’ medicine.

Infine, pe’ evità ulteriori danni

mannace in pensione a nuvant’  anni

e poiché a nuvant’  anni saremo tutti caput:

ma va’ a fa’ mocc’ a chi te muort’!

Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: